Blog

Insalate

Alla ricerca delle erbe selvagge

Ragazzi, ho un nuovo hobby: andare alla ricerca di cibo selvaggio! Non pensate che si debba andare tanto lontano per trovarlo. A me ad esempio é bastato andare a guardare ai margini dell'orto dopo un'abbondante piovuta per scoprire nuove piantine verdi fare capolino dalla terra con i loro colori vivaci, nonché frutti succulenti pendere dagli alberi.

Le erbette dell'orto che pensavo fossero state decimate dal forte sole e dalle calde temperature australiane degli ultimi tempi erano invece nel pieno delle loro forze e straboccavano dalle tavole di legno che avevo messo per dividerle e contenerle. Mi sono subito resa conto che avevano decisamente preso il sopravvento. Oltre alle erbe selvatiche ho trovato fichi e melegrane, lamponi, more, mirtilli, fragole, limoni, melanzane, peperoncini, piante di coriandolo, basilico, prezzemolo, salvia e menta: cioé molto di piú di quanto mi aspettassi.

Dopo aver riempito il mio canestrello fino all'orlo, mi sono apprestata a portare tutto in cucina. A me piace poter lavorare con ingredienti freschi, soprattutto con le erbe aromatiche. La cosa bella é che quando non le potete vedere piú perché ne state quasi abusando, potete tranquillamente metterle ad essiccare per utilizzarle in seguito. É abbastanza comune trovare case in cui mazzetti di rosmarino o catene di peperoncini pendono da tutti gli angoli della cucina. Finché qualche membro della famiglia non li fa cadere inavvertitamente e li ritroverete per anni nei meandri piú nascosti della casa. 

 

Comunque, se il vostro orto trabocca e non riuscite a consumare tutto, cosa fare con tutte quelle verdurine verdeggianti? Naturalmente, un'insalata! Non c'é niente di meglio (soprattutto nelle calde giornate estive) di un'insalata rinfrescante, magari ad accompagnare la grigliata della domenica. Quindi:

Step numero 1: lavare ed asciugare tutti gli ingredienti.

Step numero 2: mescolare tutti gli ingredienti. Ad esempio rucola, endivia, lattuga iceberg, sedano.

Step numero 3: aggiungete le erbe aromatiche: prezzemolo, erba cipollina, menta e coriandolo.

Step numero 4: riflettete se é il caso di aggiungere altri ingredienti, come avocado o formaggio.

Step numero 5: preparate il condimento.

A me ad esempio piace mangiare piccante quindi aggiungo a qualsiasi tipo di condimento un po' di peperoncino. Sennó provate la seguente combinazione: aglio, mostarda, limone, aceto di vino bianco, olio extra vergine di oliva, zucchero, sale e pepe. La cosa bella del prepararsi il condimento da soli é che si puó decidere a seconda delle proprie papille gustative, anche esagerando un po'!

La vostra vinaigrette preferita qual'é?
O siete per caso il tipo di persona che cucina seguendo l'istinto per poi pentirsi di non aver scritto cos'ha appena fatto?

 

Buone insalate - Louise

Louise FitzRoy – author of ‘From Paddock to Plate’ and ABC (Australia) radio journalist writes a fortnightly blog for LMS - a journey through the seasons with salad ingredients, old traditions and popular, exotic or unusual vegetables.

Previous blog >> Tangy and addictive rustleberries

Alla ricerca delle erbe selvagge

Storia di insalata di

Louise FitzRoy

Louise FitzRoy

Food blogger / scrittore

Adoro tutto ciò che ha a che fare con la cucina. I freschi ingredienti, quegli odori invitanti, la creatività che metti nell'escogitare ricette usando cibi mai usati prima. A parte lo yoga, è l... Leggi tutto