Blog

Viaggi & Cultura

In Guadeloupe scopriamo la Christophine

Ogni volta che visito un paese straniero, amo curiosare tra le tradizioni culinarie, ma anche passeggiare al mercato locale per scoprire prodotti che do noi sono inesistenti o vengono considerati esotici. Ai Caraibi, si sa, la frutta è il pezzo forte; ananas, mango, banane…c’è l’imbarazzo della scelta e dato che l mia curiosità non si placa solo ad osservare, il più delle volte torno a casa o in hotel con qualche prodotto particolare.

Di Paola Forneris - Viaggi e Delizie

E’ proprio durante una di queste passeggiate al mercato di Sainte Anne che ho scoperto una verdura piuttosto particolare: la Christophine.
La Christophine, o Chayote come viene chiamata in Costa Rica, maggior esportatore di questo vegetale, appartiene alla famiglia delle cucurbitacee.
Ha però il gusto e la forma più simile a quello di una melanzana, di un verde molto pallido e con la buccia ricoperta di aghi.

Durante la visita ad una piantagione di caffè siamo riusciti a vederla anche sulla pianta. Essendo della famiglia della zucche (ho scoperto che la si può trovare anche in Italia e si chiama Zucca Centenaria), la pianta stessa è rampicante e, avvolgendosi sui tronchi di alberi ad alto fusto, riesce a raggiungere anche altezze notevoli.

Sempre più incuriosita da questa verdura, ma non sapendo bene come cucinarla, ho preferito assaggiarla in un ristorante poco lontano dalla spiaggia in cui eravamo soliti andare.
L’abbiamo gustata come accompagnamento al piatto principale di pesce, come contorno insieme al riso al vapore.
Ci è stata servita gratinata; la polpa è stata frullata e mescolata con della besciamella aromatizzata con noce moscata (altro frutto molto presente in Guadeloupe); il composto è stato inserito nuovamente nella mezza Christophine scavata, spolverizzata con pane pesto e formaggio, poi passata a gratinare in forno.
Devo ammettere che il gusto è molto delicato, molto simile ad una zucchina; è necessario aggiungere qualche spezia o qualche ingrediente più gustoso per renderlo un piatto appetitoso e accattivante.

In Guadeloupe scopriamo la Christophine

Storia di insalata di

Love my Salad

Love my Salad

Associazione

Leggi tutto