Blog

Cooking

La zucca: la regina d'autunno

Senza dubbio, quando si pensa agli ortaggi e alle verdure autunnali, il nostro primo pensiero va alla zucca.
La zucca è infatti la regina incontrastata dell’autunno. Dolce, succosa, versatile, la fa da padrona nelle nostre cucine, addolcendo con il suo sapore unico i nostri piatti.

Proprietà nutritive della zucca
La zucca ha ottimi valori nutrizionali, che associati alle proprietà benefiche per corpo e salute che la caratterizzano, rendono questo ortaggio assolutamente immancabile sulle nostre tavole.
La zucca è una fonte di fibre e sali minerali, tra cui fosforo, zinco, calcio e magnesio ed è inoltre ricca di vitamine A, B e C, oltre ad essere particolarmente ricca di betacarotene, importante antiossidante che contrasta l’insorgere dei radicali liberi, e di conseguenza, l’invecchiamento cellulare. Oltre a queste caratteristiche, è importante ricordare che questo ortaggio è un’importante fonte di Omega-3, i cosiddetti grassi buoni che alleati per la nostra salute nel combattere il colesterolo.
Altra nota fondamentale della zucca è la sua composizione. E’ infatti composta per il 90% di acqua ed è povera di zuccheri, nonostante il suo sapore particolarmente dolce. Questa composizione fa si che sia particolarmente indicata nelle diete ipocaloriche, e aiuti al contempo a combattere la ritenzione idrica, poiché l’acqua contenuta al suo interno aiuta l’organismo a liberarsi dei liquidi trattenuti e a sgonfiarsi.


Usi in cucina

Oltre ad essere un vero toccasana per le proprietà che le caratterizzano, la zucca è un jolly anche ai fornelli, poiché è estremamente versatile e si presta ad una moltitudine di preparazioni. Può essere infatti cucinata in diversi modi, lessata, cotta al vapore, cotta al forno, cotta a  bassa temperatura, fritta o cotta al tegame.
Cosa ancora più importante però è la sua capacità di essere semplicemente perfetta in preparazioni sia salate che dolci, e quindi è ideale per comporre un menu che vada dall’antipasto al dolce.
Altro notevole pregio di questo ortaggio è quello di essere totalmente commestibile. Della zucca infatti non si butta via nulla. Si mangiano polpa, semi e buccia e questa peculiarità non è da sottovalutare visto che la buccia, essendo la parte più pesante, incide molto sul prezzo finale.
Come la buccia di molti frutti, anche quella della zucca è particolarmente ricca di fibre e sali minerali, ed è quindi importante non sprecarla.  La buccia, ben lavata, può essere cotta con acqua e trasformata in una crema, oppure, una volta cotta è perfetta per insaporire minestre, torte salate o come ripieno di paste fresche. In alternativa si può lasciare essiccare con l’aiuto di un essiccatore, o semplicemente in forno, e può essere poi trasformata in polvere per guarnire un’infinità di piatti.
Anche i semi della zucca sono particolarmente benefici per la nostra salute essendo ricchi di magnesio e zinco, ed essendo una fonte naturale di fosforo. Proprio per questo è importante non sprecarli. Utilizzarli è semplice. Una volta eliminati dalla zucca basterà lavarli per bene, asciugarli e lasciarli essiccare o, all’aria aperta, o al forno.

Se pensate che comprare una zucca intera sia troppo per voi, state tranquilli. La zucca può essere congelata, sia cotta che cruda. Tagliatela a cubetti, cuocetela se preferite, e poi congelatela, quando la utilizzerete vi sembrerà fresca come appena comprata.

Varietà di zucca

Di zucche commestibili esistono davvero un’infinità di specie con diverse varietà, e per elencarvele tutte mi servirebbero almeno altre due o tre articoli. In base alla loro provenienza hanno diverse caratteristiche e peculiarità. Esse cambiano infatti forma, colore e sapore. Quest’ultimo può essere più o meno dolce, più o meno aromatico. In ogni caso, anche se differiscono per specie e varietà di appartenenza, tutte conservano, in percentuali diverse, le proprietà che vi ho descritto sopra.

Che dire, non rimane che uscire a far la spesa e fare un bel carico di zucca!

La zucca: la regina d'autunno

Storia di insalata di

Roberta Castrichella

Roberta Castrichella

Food blogger / scrittore

Il mio nome è Roberta Castrichella, ma in pratica, per tutti sono Robysushi. Non parlo di sushi, ma lo mangio. Trent’anni, anzi trentuno, romana, ingegnere e tanti anni passati a seguire la... Leggi tutto

Want to stay up-to-date? Subscribe to our newsletter!