Blog

Viaggi & Cultura

L’arte del Kae Sa Luk ovvero l'arte thailandese della scultura su frutta e verdura

Frutta e verdura, come ormai quasi tutti ben sanno sono alimenti davvero insostituibili per ogni regime alimentare che si rispetti ma, oltre ad essere buone e fare bene alla salute, sono anche capolavori della natura che grazie a mani esperte di veri e propri artisti che utilizzano un’antichissima arte thailandese, vengono trasformate in vere e proprie sculture. Negli ultimi anni questa tradizione ha varcato i confini asiatici per diffondersi in tutto il mondo, soprattutto grazie ad alcuni cultori..

Un po’ di storia. L’arte del Kae Sa Luk ebbe origine a Sukhothai nel 1364, quando Nang Noppharat ebbe l’idea di intagliare diverse varietà di frutta e verdura per decorare una lampada galleggiante per il Festival Reale "Loy Krathong per farla somigliare ad un grande fiore di loto. Si racconta che quando il Re Phra Ruang vide il risultato, apprezzò molto questa novità e decretò che sarebbe stato patrimonio artistico della Thailandia, ordinando che fosse insegnato a tutte le donne Thailandesi..


Visitare: Sukhothai. Se avrete l’occasione di andare in Thailandia, prima di concedervi un po’ di ozio in una delle sue meravigliose isole, le mie preferite sono Ko Phangan e Koh Tao, vi consiglio una tappa a Sukhothai, una città situata oltre 400 km a nord della capitale Bangkok dove sono conservate le rovine dell'antica capitale del Regno di Sukhothai, che per circa 140 anni dominò buona parte della regione indocinese. Si tratta di uno dei parchi archeologici più importanti del mondo insieme a quello di Ayutthaya, che è uno dei Patrimoni dell'umanità riconosciuti dall'UNESCO. Io li ho visitati entrambi in bicicletta e vi assicuro che è un’esperienza davvero unica!! 


Intervista: Rosy Campione. Classe 1979, oggi è una delle maggiori esperte di quest’arte in Italia.


Rosy, come e perché hai iniziato ad intagliare frutta e verdura? “L'arte dell’intaglio thailandese è entrata a far parte della mia vita circa due anni fa,quando postando su Facebook un'anguria intagliata con un semplice coltello da cucina,un noto e bravissimo docente italiano di intaglio thailandese mi ha notato e parlando con lui mi ha spalancato le porte verso questa meravigliosa arte. A novembre 2015 ho partecipato a un corso per imparare la tecnica che,a differenza del classico intaglio italiano,è molto più precisa e sofisticata, e il risultato è sorprendente. È nata in me una vera passione,ho creato finora più di 200 sculture su frutta e verdura di varia natura.Molte persone hanno cominciato a chiedermi di insegnare loro quest'arte fino a diventare docente e organizzare corsi in tutta Italia collaborando con l’associazione Ristoworld Academy di cui sono fiduciaria della provincia di Bari,oltre che a collaborare con scuole e accademie di cucina,nonché per la preparazione di banchetti nuziali o per eventi importanti.”


Quali sono le varietà di frutta e verdura che maggiormente di prestano all’intaglio? “I frutti che più si prestano a essere scolpiti sono quelli con buccia sottile e polpa consistente come ad esempio anguria,melone,mele,papaya,mango. Gli ortaggi come zucchine,patate, carote, rape e barbabietole sono ideali per creare fiori come rose e margherite. Mentre vegetali come le  zucche sono stupende da lavorare perché oltre ad essere scolpite internamente ,si possono anche tagliare a pezzi per ricavare figure di animali mitologici come  draghi e fenici ma anche volatili,pesci e farfalle. Da poco ho scoperto anche un certo talento nello scolpire i visi su zucca.”

Queste sculture sono commestibili oltre che belle? Le hai mai utilizzare in cucina? “Dopo aver scolpito frutta e verdura e averle esposte su un buffet è importante non spruzzare additivi chimici ma è sufficiente con e classico vaporizzatore un po' di acqua fresca per non far seccare gli intagli. In questo modo l'ortaggio e il frutto rimane commestibile e quindi si può poi utilizzare in cucina per la preparazione di minestroni o macedonie.”


Strumenti. Per l’intaglio thailandese si usa esclusivamente lo Stiletto Thai, uno speciale coltello a lama fine e flessibile..

L’arte del Kae Sa Luk ovvero l'arte thailandese della scultura su frutta e verdura

Storia di insalata di

Fabrizio Savigni

Fabrizio Savigni

Food blogger / scrittore

Fotografia, cucina e viaggi sono solo alcune delle mie innumerevoli passioni. Con esse mi nutro e soprattutto mi diverto! Per me rappresentano momenti di creatività allo stato puro, di reciproco... Leggi tutto